News TorinoNotizieSenza categoria

Dopo nove anni di lavori la metro arriva in piazza Bengasi: 2 le nuove stazioni

0

21 aprile 2021: una data che entrerà nella storia della Città di Torino perché oggi, dopo nove lunghissimi anni e due legislature, è stata inaugurata la nuova tratta della metropolitana cittadina e sono state aperte le due nuove stazioni di Italia 61 (via Nizza davanti al grattacielo che ospiterà la Regione Piemonte) e Bengasi.

https://www.iltorinesecurioso.it/wp-content/uploads/2021/10/Banner1.gif

Un taglio del nastro avvenuto per mano della sindaca Chiara Appendino, accompagnata da assessori comunale e regionale, dai vertici Gtt e Infra.To e dal Prefetto. “Sono emozionata per quest’opera che finalmente è stata completata e che ci ha permesso di rispettare l’impegno preso a inizio Italia 61mandato”, ha detto la prima cittadina, “è un senso di liberazione dopo un cantiere così complesso”. Un’emozione che, a detta dell’assessore Maria Lapietra, si era quasi trasformata in commozione per un lavoro che sembrava non arrivare mai a compimento. L’inaugurazione è avvenuta all’interno della stazione Italia ’61 con il primo “giro” verso piazza Bengasi quando l’orologio segnava quasi le ore 13.

I numeri della nuova tratta
Per realizzare le due nuove stazioni sono stati scavati 1,9 chilometri di tunnel sotto via Nizza. Queste hanno preso il nome di Italia ’61 e Bengasi e si trovano rispettivamente di fronte al grattacielo in costruzione della Regione Piemonte e nell’omonima piazza. Per percorrere i quasi 2 chilometri sono necessari 2 minuti. Infine il costo dell’opera: si parla di 193 milioni di euro.

Il Torinese curioso
Il Torinese curioso gira per la città alla scoperta di ogni angolo, notizia, evento e curiosità. Ogni giorno il suo diario con articoli, foto e video

Bollo auto: in Piemonte scadenza prorogata al 31 luglio

Previous article

Le 5 curiosità che non conosci di piazza San Carlo

Next article

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News Torino